Irene bedino Irene bedino

Ocra

Eugenio Rodondi: personaggio con grande bocca

Ocra è il secondo album che ho illustrato per Eugenio Rodondi ed è un progetto a cui sono molto affezionata perché mi ha regalato la possibilità di affrontare con ironia la fine di una breve e ronzante relazione canticchiando a ripetizione “Canzone Moschina”.
L’ocra è uno dei miei colori preferiti ed è la parete su cui si appoggia questa mosca, che sono felice di aver potuto portare in copertina.

Le illustrazioni dovevano essere asciutte come la matrice dell’album, molto diversa da Labirinto a fronte di un forte percorso evolutivo dell’autore. Desideravo che i tratti fossero essenziali e i colori polverosi. È stato decisamente complesso trovare le cromie giuste in grado di trasmettere contemporaneamente luminosità e malinconia, per lasciar emergere un’amarezza rivolta alla natura umana e contemporaneamente un sano e scanzonato desiderio di non prendersi troppo sul serio.
Per questo mi sono orientata su colori carichi, che non risultassero spenti, ma che non fossero classificabili neppure come vivaci.

Tecniche utilizzate

disegno-digitale

Disegno digitale

mosca grigia

Un moscerino

bicchiere

Un bicchiere

Eugenio Rodondi: velocipede su sfondo rosso
Eugenio Rodondi: luna sul mare
Eugenio Rodondi: palazzi con buco della serratura
Eugenio Rodondi: la copertina di OCRA, una mosca
Eugenio Rodondi: Palazzi con occhi
Eugenio Rodondi: Forchetta
Eugenio Rodondi: bocca che mangia

Share Project :

  • Categories:
  • Share Project :